Polverine 1

Non starò qui a descrivere la ricetta di un plum cake che, come ho già scritto nell’articolo precedente, molti di voi sanno fare meglio di me….

Voglio invece cominciare a raccontare di come l’orto m’ha insegnato a razionalizzare le risorse e valorizzare gli scarti. Che è proprio il tema ispiratore del mio blog.

Anche quest’anno m’hanno regalato una cassetta d’uva, almeno 4 chilogrammi e come al solito, l’ho trasformata in marmellate varie. Stavolta però, invece di buttarli via,  ho pensato di utilizzare i vinaccioli e le bucce rimaste nel passaverdure.
Durante la stagione della vendemmia dalle mie parti si usa preparare la “schiacciata con l’uva” un dolce che, pur squisito, non amo proprio per via della gran quantità di semi da dover masticare. Daltronde l’uva che si utilizza per prepararlo è quella da vino dagli acini molto piccoli e sarebbe impensabile separare la polpa.

Da una ricerca su internet ho scoperto che questi semi sono ricchissimi di benefici principi attivi ed infatti se ne trovano in commercio di ridotti in farina.

Quando ho avuto l’idea tutto questo non lo sapevo, cercavo solo di ottenere qualcosa per aromatizzare dolci e pietanze. Ho fatto la ricerca per accertare che non fossero nocivi.

Prima di tutto ho essiccato in forno a bassa temperatura tutto quello che era rimasto nel passaverdure, quindi l’ho macinato con il robot da cucina. Avrei ottenuto miglior risultato con un macinacaffè ma purtroppo non l’avevo. Ho quindi setacciato il risultato ottenendo due gnanulometrie: una come farina, l’altra più grossa. Eccole:
polveri

Un cucchiaio di questa farina conferisce all’impasto il colore tipico dei prodotti integrali e l’aroma dell’uva
impasto - Copia

Ho infine provato ad inserire un “ripieno” di uva fresca, zucchero e scorza di limone
prepara_uvauva nell'impiasto

infine uno strato di uva passa sulla superficie che ahimè andrà bruciata e dovrò rimuovere, quindi in forno

in forno

Il risultato è squisito e mi pare all’altezza della colazione del giorno di festa

Vi segnalo infine la pagina di un sito dove ho trovato aiuto per non ricadere negli stessi errori e molto di più. Consiglio di vivamente di consultarla.

Annunci

29 pensieri su “Polverine 1

    1. Ciao Lucia, anch’io ho una compostiera ma ci metto solo il non recuperabile altrimenti. D’altra parte per fare concime con gli scarti della marmellata dovresti produrne un centinaio di chili al giorno e in quel caso ti chiameresti Zuegg…. :-)) buona domenica e grazie per il contributo!

      Piace a 1 persona

  1. grandissimo Maker! si potrà fare il plum cake con farine senza glutine? l’idea dell’utilizzo dei semi è da me completamente condivisa. Ne mangio in quantitativi industriali…spesso sono ricchi di sostanze nutritive straordinarie, pensa ai semi di pompelmo e alle loro proprietà anti infiammatorie. (colui che diventò prima mio marito e dopo il mio ex marito, la prima volta che aprì la mia credenza vedendo le granaglie sbottò in questa mitica frase ” cosa fai? allevi piccioni?”)

    Piace a 1 persona

      1. Non bene. Dovrei sottopormi a un intervento all’ addome complesso multidisciplinare.
        In alternativa posso continuare a fare terapie antibiotiche quando ho recidive.
        Sono tesa. Penso a un altro parere.

        Mi piace

      2. Vuoi sentire un altro medico, ho capito bene? Io credo che gli antibiotici si debbano prendere solo occasionalmente altrimenti fanno altri danni… Mio papà anni fa ha avuto un intervento simile con cui ha risolto. Mi raccomando scrivici notizie.

        Mi piace

  2. La prossima volta, invece di polverizzare i semini, mettine da parte 750 grammi, lavali, asciugali e poi insacchettali in una piccola federa di cotone. All’occorrenza li scaldi nel microonde per circa 1-2 minuti con la potenza da 500 a 800 Watt oppure in forno a 150 gradi per 5 minuti. Verifica che non siano troppo caldi e poi sistemi il sacchetto sulla nuca e ti rilassi. I semini trattengono in modo naturale il calore ed il cuscinetto è perfetto per decontrarre i muscoli. Se invece lo lasci almeno un ora nel congelatore è ottimo per disinfiammare o sui lividi 😉

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.