Ikea hack 2

Il tavolo con le ruote

Nell’ultimo articolo ho raccontato uno dei motivi per cui con Ikea ho un rapporto di amore-odio. C’è dell’altro….

Penso spesso a nuovi oggetti e forme oppure a diversi modi di utilizzo di cose già esistenti. Altri potrebbero averlo fatto prima di me ma, se anche così fosse, io non ne sono a conoscenza.

All’Ikea questa è una regola fissa. Sull’ultimo catalogo a pagina 261 c’è SNAPP “cassetta della frutta” ad immagine e somiglianza di quelle di alcuni miei vecchi articoli che, se non avete visto, è questa una buona occasione per cliccare. A pagina 68 c’è una didascalia simile ad un mio vecchio post Fb. Infine e questo è finalmente l’argomento di questo articolo, a pagina 49 c’è il tavolo con le ruote. Mentre i primi due esempi li ho sicuramente pubblicati prima del catalogo, su quest’ultimo dovete andare sulla fiducia.

E’ che ho tempi da bradipo: qualche anno per mettere a fuoco il progetto; un paio per metterlo in pratica; un altro per scrivere l’articolo. Chi, come me, ha un lavoro (vero), deve fare la spesa, cucinare, la lavatrice, stirare, corsi, sport, curare l’orto, qualche gita e molti altri progetti “sul fuoco”, ben comprenderà lo slittamento dei tempi per passare dall’idea all’azione.

Torniamo al dunque

Nel 1998 a Roma c’erano almeno due negozi di mobili della catena inglese “Habitat”, uno in centro a Largo Argentina e l’altro in Viale Marconi. Oggi in quelle sedi c’è tutt’altro e su Google l’azienda è difficile da rintracciare perchè lo stesso nome è molto usato nel settore dell’arredamento. L’ho ritrovata con l’aiuto di Wikipedia ma sembra che l’azienda si sia ritirata nei confini nazionali.

Pur in concorrenza con Ikea, la fascia di mercato era più alta ed i negozi molto più simili a quelli convenzionali di arredamento. Anche i prezzi erano più alti però c’erano i saldi. Proprio in una di queste occasioni comprai il tavolo ABANTO con telaio in legno massello tinto ciliegio e piano impiallacciato. S’è rivelato un ottimo acquisto perchè ancora oggi in uso ed il design sempre attuale.

Ho scoperto che Ikea ha a listino il tavolo BIJURSTA che per dimensioni, tipo di prolunghe e ferramenta utilizzata sembra un clone del mio ABANTO. I materiali e la finitura sono molto diversi ma BIJURSTA costa oggi 1/3 di quello che pagai vent’anni fa a prezzo di saldo il mio ABANTO.

La modifica che vado a proporre interesserà possessori ed aspiranti tali, del prodotto IKEA, ve la racconto con 4 foto.

fora gamba tavolo

con l’aiuto di una maschera e di un trapano a colonna si forano da parte a parte le quattro gambe del tavolo in corrispondenza della loro base;

gamba tavolo con ruote

Il perno l’ho dimensionato, disegnato e fatto fare ad un tornitore. Le ruote e le viti si possono trovare da un ferramenta molto fornito oppure in rete. Si avvitano nei fori praticati nelle gambe del tavolo bussole di ferro affichè i perni possano girare in una sede solida.

tavolo con ruote risultato

Il risultato mi sembra piacevole ma l’idea fa parte di un “sistema” più ampio con funzionalità specifiche. Rimanete sintonizzati che nei prossimi articoli lo svelerò.

tavolo con ruote particolare

Intanto, se l’articolo t’è piaciuto torna a leggere Ikea hacker

 

 

Annunci

45 pensieri su “Ikea hack 2

  1. Come bradipo sei molto attivo, mi sembri piuttosto un castoro di quello storico documentario Disney abbinato ad un film d’animazione degli anni 60 che forse ricordi anche tu… ma a proposito di tempi biblici mi par di ricordare che avevi promesso mesi fa un articolo su un corso di cesteria… o sbaglio?

    Piace a 1 persona

    1. MI sono molto simpatici i castori, quelli del cartone poi sono irresistibili. Quanto alle promesse vogliamo parlare della prolunga per il davanzale della cucina dove appoggiare i vasi delle piante aromatiche?

      Mi piace

  2. Sempre ingegnoso, oggi scopro un’altra lato della tua casetta, ricordavo fosse ai piani alti, ma è in mansarda o si sviluppa su due piani? Comunque adoro l’arredamento di un certo tipo a qualità medio alta piuttosto che Ikea, ma con ciò non dico che in casa mia non ci sia nulla di questo marchio, compro però quelle cose che si definiscono temporanee e/o usa e getta! Buona giornata

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Lella è sempre festa quando passi a trovarmi! Quando due giovani “vivaci” girano per casa ad alta velocità con la bici strusciando e strisciando dappertutto solo un incosciente potrebbe spendere in mobili di pregio. Assecondali: prova a prendergli i tempi con il cronometro o agita la bandiera a scacchi quando arrivano in fondo al corridoio…..! :-))

      Piace a 1 persona

    1. Se vai in fondo alla mia homepage, trovi l’elenco dei blog che seguo. Cancellandomi e reiscrivendomi riesco mantenere più visibili quelli con cui ho maggior familiarità.
      Ps
      Guarda che sto tavolo mica l’ho fatto io, io gli ho solo aggiunto le ruote!

      Piace a 1 persona

      1. Buongiorno Joseph (scusa per la tarda risposta, ci metto un pò ma se Wp non mi fa sparire le notifiche rispondo!) Sì vivo a Perth da un paio d’anni ormai. Eee la sezione “About” ho deciso di non metterla a dire il vero perchè il mio blog cambia continuamente… È la mia lavagna di pensieri è quindi va’ dove tira il vento. Non scrivo moltissimo sull’Australia a dire il vero. Forse lo avrei fatto moooolto di più se avessi aperto questo blog i primi tempi della mia permanenza qui. Poi molte cose diventano routine e ne hai parlato così tanto che ormai ne hai la nausea. Però ho scritto qualche articolo se per caso ti interessa. C’è una piccola sezione categorizzata come “About Australia”. Complimenti per il tuo blog. Le tue idee sono proprio geniali *__*

        Piace a 1 persona

      2. Buongiorno Judith, che magari dall’altra parte del mondo è notte fonda e sta cosa la trovo meravigliosa. Essere in contatto pur così lontani, dico. Come vedi neanch’io sono un lampo nelle risposte. A proposito di idee geniali (troppo buona): me n’hai inspirata una tu stessa, vediamo se oggi riesco a scrivere, Il tempo è sempre tiranno, sia per le risposte che per i nuovi articoli! Ps Sei a Perth e scrivi di “vento”, mica sarai velista?

        Mi piace

    1. Buonasera, quello della foto è un vero laboratorio di falegnameria. E’ quello dell’amico Mancini di cui ho parlato nella pagina “chi” e che mi lascia bonariamente usare le sue macchine anche se io cerco di non abusare per evitare il rischio che si stanchi,….

      Piace a 1 persona

  3. Ciao Pino… bellissimo il tuo amore è passione x la casa. Spero che stai bene in quanto sei molto attivo.buona giornata e un caro saluto Grazia

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.