Una commessa straordinaria

Annunci

37 pensieri su “Una commessa straordinaria

    1. Ciao Titti, pubblico poco perchè per fare le cose da raccontare ci metto molto tempo e gli impegni quotidiani, al primo posto il vero lavoro, mi rallentano ulteriormente. Grazie per l’apprezzamento ed a presto leggerti!

      Mi piace

  1. Io che penso che una porta sia chiusa solo perchè semplicemente non spingo abbastanza…..
    Io che non riesco a fissare una vite e affranta mi siedo per terra e penso che da lassù nessuno mi abbia regalato la sostanza………
    Io che provo una sconfinata ammirazione per chi sa fare cose reali……
    …trovo che tu abbia creato oggetti che uniscono la leggezza ….alla solidità.Sono belli.
    La mia è invidia pura!!

    Liked by 1 persona

    1. Ho sempre pensato di essere negata per le attività manuali… figlia di una madre che si cimenta con entusiasmo e successo in qualsiasi attività pratica e/o artigianale (a Bologna diremmo “una ciappinara”), e di un padre che invece era dedito alla lettura compulsiva e abbastanza inetto nelle piccole riparazioni casalinghe, credo che in me prevalga il DNA paterno… ma di recente ho fatto un corso di cesteria e ho scoperto che me la cavo abbastanza bene. Quindi molto si può imparare, con il maestro giusto e iniziando da un’attività che si desidera molto intraprendere. E la soddisfazione è enorme!

      Mi piace

      1. Sì, anche io ho una sorella “ciappinara” che smonta lavandini, smeriglia porte ed avevo un padre amatissimo che intagliava il legno e costruiva giocattoli. Poi comunque le cose le faccio ma mi vengono …male. Lo so che spesso è un tema di buoni maestri ma io sono un caso irrisolto: ora ho un braccio ingessato perchè sono caduta indietreggiando per guardare meglio un quadro. Meno male che ci rido sù….!!!!!

        Mi piace

    1. Mi dai il “la” per spiegare che dalle mie parti, in Toscana, si usa la parola “artista”per sfottere una persona svagata, più avvezza al mondo della fantasia che della pratica. Insomma uno poco concreto. Ho ben capito che non è certo quello che intendevi te ma mi divertiva raccontarlo per non prendermi troppo sul serio.

      Liked by 1 persona

      1. Ah, ok!🤣
        Noi bresciani, invece, per artista, intendiamo un maestro artigiano che da vita alla propria creatività .
        E tu sai dare degna bellezza e concretezza agli oggetti.😉

        Mi piace

  2. Et voilà monsieur… mi piace la borsa del trasporto… sei meglio di un postino Joseph. .. che bello leggere queste cose.. emozioni e piacevoli soddisfazioni. Sono bellissime le tue realizzazioni… magico è lo specchio. Bravissimoooo.. magari col teatro ti faranno lavorare un bel po’ che dici? Te lo auguro di cuore

    Mi piace

    1. Ciao Lella, te l’abbuono questa cosa che mi sto diventando antipatico da solo. Semmai ti racconterò cosa avresti trovato. Ma ti pare che uno pole ammorbare le persone in siffata maniera con tutte le corse che già hanno da fare da mane a sera?

      Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...