Bischerate 3: “Sakè”

Il successo di pubblico e di critica mi induce a proseguire su questo facile percorso autostradale anche se, continuando a pubblicare “bischerate”, qualcuno arriverà alla conclusione che solo quelle produco.

Rassicuro me stesso prima del lettore: c’è molta carne al fuoco e se non carbonizzo tutto prima o poi racconterò di progetti più complicati.

Una pubblicità anni 60 avrebbe presentato: “ Sakè.è l’accessorio che non può mancare nella casa della signora elegante, renderà ogni ricevimento un sicuro successo!”

di-lato_low-resdi-testa_low-res

Io invece dico: nessun vostro ospite sospetterà mai che un frontale cassetto di scarto, tagliato, forato ed incollato intorno a quattro ciotoline in ceramica comprate “a sconto” alla Coop, possa essere usato per offrire le vostre ghiottonerie.

Confermo però che, presentando come nella foto di seguito, il successo sarà assicurato e l’ospite forse perdonerà se, come il sottoscritto, non sarete particolarmente brillanti nell’intrattenimento.

apericena_2_low_resapericena_low-res

Ecco esposto un tipico caso di conflitto di importanza tra forma e contenuti…..

 

Annunci

17 pensieri su “Bischerate 3: “Sakè”

    1. Il mio negozio è “l’isola che non c’è”,
      ecco una persona che si dovrebbe tener libera per l’inaugurazione nel giorno in cui invece ci sarà.
      “Sakè” è solo un ipotetico nome commerciale, concordo: meglio l’aperitivo.
      Grazie!

      Piace a 1 persona

  1. Ben 2 bischerate su 3 riguardano aperitivi… e pure piuttosto appetitosi. Anche chi non ti conosce personalmente ormai comincia a capire che sei un buongustaio. Segnalo per amor di simmetria che nella foto, ahimé, manca un coltello a chiudere l’armonia della composizione. Imperdonabile ;-)))

    Mi piace

  2. Bravo Joseph tu si che stai avanti…. ma domani sera mi manca giusto questo accessorio x i miei succulenti antipasti aricchiti da sfizioserie… scusa ma sti gg tra commenti arretrati e tempo poco tra raffreddori di uno o rimesse di un’altro… un delirio… cmq ci tenevo a farti i miei personaliauguri di buon natale

    Mi piace

    1. Follower come te bisognerebbe inventarli, dipingerli, tenerli stretti all’hard disk del pc. quando poco faho letto il tuo ultimo articolo volevo chiederti se la penultima foto è di una fata buona ma mi sono astenuto. Ora non riesco a trattenermi. Ricambio gli auguri con tanta simpatia.

      Piace a 1 persona

    1. Anzi volevo scusarmi, di solito sono molto più “british”. Inoltre, da perfetto ignorante di make-up, non avevo capito che nelle altre foto tenevi gli occhi chiusi per meglio mostrare il risultato. Contento di rileggerti!

      Piace a 1 persona

  3. Bravo per l’inventiva! Sono alla ricerca di suggerimenti, quindi tu cosa metti in tavola per gli aperitivi? Vedo olive, pomodori secchi (??? e…..? Io non ho mai assaggiato il sakè.E’ buono?

    Mi piace

    1. Il sakè non l’ho mai assaggiato neanch’io. Fino a qualche giorno fa pensavo fosse una tiisana. Un documentario tv (very very interesting) m’ha illuminato…
      Ho usato quel nome e nell’articolo c’è un riferimento, per “fare il verso” a certe descrizioni commerciali che trovo ridicole e nauseabonde. Per i miei aperitivi stuzzichini sapidi e sfiziosi con effetto ciliegia: uno tira l’altro.

      Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.